Il volto di mille città – Lirica di Giovanni Teresi

Immagine di google

 

Una cometa giunge improvvisa

dall’infinito, sparge nel buio

l’argentea polvere e scompare …

Tanti occhi hanno visto,

hanno scrutato e seguito

il suo destino,

il breve attimo del tempo.

Spettacolo senza prezzo,

unendo i due emisferi,

che porta delle nuove

nei cieli delle città.

Sensibili all’evento

sono dei poveri barboni

che sotto la fredda notte

sognano ad occhi aperti.

Da nord a sud altri

guardano all’opulenza,

agli slogan, alla concorrenza,

all’indifferenza.

Ignari, non vedono attorno

ed oltre il loro naso.

Ingenui occhi di scarni bimbi

si levano in alto da nord a sud,

seguono incantati il pulviscolo

di zucchero che li porta

ad immaginare altri mondi,

a soddisfare la loro fame.

Un gratuito sorriso della luna,

un gelido soffio di vento

accompagnano il breve attimo

e … all’improvviso,

nel silenzio delle immote stelle,

cala il sipario sul volto

di mille città.

 

Giovanni Teresi

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...