I primi libri di Roma – Ricerca storica di Giovanni Teresi

 

Risultati immagini per gli antichi libri romani immagini in jpg

I libri nell’antica Roma – Ricerca immagini tramite google

 

 

L’ideale e la forza della letteratura latina sono stati: “farsi comprendere da tutti”.

Per questo ideale politico e pratico, i primi scritti e i primi libri di Roma, di cui nulla ci è rimasto, sono documentari: sorgono non dai bisogni della fantasia, come in Grecia; ma dalle necessità della religione della storia romana, nei Libri o  Commentarii pontificum per la religione; nelle Tabulae censoriae, nei Libri lintei e negli Annuales maximi per la vita politica e civile.

Non dall’epopea nasce questa storia, come nell’Ellade; non dalla curiosità del genio personale, bizzarro, di scrittori che vogliono scoprire il passato sotto la leggenda, come Ecateo; ma dal pratico bisogno di conservare e trasmettere la tradizione.

La prima storia di Roma, se si può così chiamare, è il calendario ufficiale dello Stato romano. I Pontefici incaricati di tener conto degli anni, del calendario di Roma, tennero menzione dei giorni  fasti e di quelli nefasti; dell’indicazione dei consoli, degli avvenimenti più solenni dell’anno: guerre, trattati, fatti di particolare importanza, religiosi o pubblici: leggi promulgate, epidemie, terremoti, ecclissi, prodigi. Era lo stesso pontefice massimo che li trascriveva su di una tavola dealbata, affissa nel sacro collegio dei Pontefici, e raccolta poi insieme con le precedenti nell’archivio. Circa il 123 a.C., per opera probabilmente di P. Mucio Scevola, se ne fece una raccolta in 80 volumi che fu detta  Annales maximi. Opera che, se pure l’avessimo, non direbbe nulla, si può dire, per la letteratura, legata come era a materiali scopi pratici; ma che pur ci dice qualcosa per la storiografia posteriore di Roma. La quale, infatti, derivata dalla tradizione, sempre la conserva e la difende. Di origine statale, non sorge dall’interesse individuale di uno storico, che si appassioni a problemi del passato, indipendentemente dall’orgoglio della propria città o gente, come così spesso in Grecia; ma è sempre la storia ufficiale di Roma; dominata da una profonda religiosa ispirazione romana, come religiosa era stata la sua origine.

Di qui un difetto di imparzialità, ma anche la forza e la salda unità della storia romana: monumento di Roma, anima di Roma, ideale di Roma: in cui tutta Roma vive; scuola del cittadino e dell’uomo di Stato; che insegna a credere alla patria, a vivere per la patria. Storia unitaria, come unitario è lo Stato romano; a differenza della storia particolaristica greca dell’età classica, come particolaristica è la vita politica greca di quell’età.

 

Le “Laudationes funebres”

 

Come nell’antica Roma fosse strettamente unito il senso e il culto della personalità a quello dello Stato provano le Laudationes funebres. In Roma, quando moriva un cittadino illustre, se ne facevano le pubbliche esequie, nel fòro, ai Rostri. Tra l’accolta del popolo, il figlio, o uno dei parenti più prossimi, saliva sulla tribuna e faceva l’elogio del defunto, ricordandone le imprese.

In tal modo (osservava Polibio) la gloria dei grandi spiriti della patria sempre si rinnova, e rivive e diviene immortale; e di generazione in generazione passa il loro ricordo e attraverso alle generazioni si eterna”.

Queste orazioni venivano poi conservate negli archivi delle famiglie e divenivano monumento familiare. Storia delle famiglie illustri, che non di rado si trasformava in leggenda; onde Cicerone e Livio lamentano che da queste pie finzioni familiari anche la storia civile venisse falsata, passando queste leggende nell’annalistica romana.

 

Giovanni Teresi

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...