“Il 2 Novembre – festa dei defunti in Sicilia” racconto breve di Giovanni Teresi da testo “Racconti di altri tempi”

Risultati immagini per la festa dei defunti in Sicilia immagini in jpg
I pupi di zucchero – Festa dei morti in Sicilia – ricerca immagini tramite google

 

 

Il 2 Novembre – festa dei defunti in Sicilia

 Nella mia città Marsala, ma anche negli altri paesi della Sicilia, è tradizione ancora, prima della commemorazione dei defunti, far trovare, nascosti nei vari posti impensati della propria casa, dei regali per i propri bambini dicendo loro, la mattina del 2 Novembre, che sono stati fatti dai parenti che sono morti.

E’ questa un’antica tradizione per far rivivere nei ricordi e negli affetti più cari i defunti. Gli adulti sono coinvolti in tale ingenuo gioco trasmettendo ai figli gioia e protezione in una ricorrenza così triste. Inoltre, tipici prodotti siciliani sono esposti nelle botteghe mostrando la loro bontà e profumo: i dolci colorati di marzapane a forma di vari frutti. Oltre ai giocattoli di vario genere, sono allestiti dai pasticceri altre leccornie: i pupi di zucchero colorati raffiguranti i personaggi di Orlando, Rinaldo e Angelica. Negli anni ’50 tale ricorrenza era ancora più sentita. Oltre alle vetrine addobbate, si gustavano i lupini e le castagne arrosto il cui fumo e profumo inondava la piazza e le vie circostanti, mentre le persone nel corso principale del paese compravano fiori e lumini per i propri morti. Purtroppo oggi quest’atmosfera si è dispersa nei meandri della modernità ed è vissuta con meno ingenuità da parte dei ragazzi. Inoltre, che il figlio o la figlia porti il nome dei nonni è un modo di perpetrare il loro ricordo. A volte si porta addosso un nomignolo in dialetto: “Ciccio”, “Ciccina”, “Turi”, “Cocò” che simpaticamente fanno ricordare anche aneddoti e fatti particolari di intere generazioni. Un uomo nel suo piccolo mondo che può fare se non ricorrere a queste nomenclature per rendersi eterno almeno nel ricordo degli altri?

La storia non è fatta soltanto di eventi bellici, politici ed economici, ma anche da gente che nel suo breve tragitto ha saputo costruire una strada, un ponte, un tratto di ferrovia per le future generazioni.

Giovanni Teresi

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...